Blog Widget by LinkWithin

giovedì 25 giugno 2009

Il primo incontro internazionale con il mondo Arabo

E chi l'avrebbe mai detto?! Ieri ho partecipato all'evento "Osservatorio sui Media nel Mediterraneo" organizzato dalla Camera di Commercio di Milano, Regione Lombardia, Promos e Creative Commons, e per la prima volta ho fatto 3 incontri internazionali con il mondo Arabo.
Gli ospiti erano:
Durante la mattinata, i tre dirigenti arabi hanno presentato la loro visione dei new media e di come il mondo arabo si sta velocemente abituando all'uso della tecnologia e di Internet, mentre noi italiani stiamo solo giocando con Facebook, e il resto è impegnato a seguire le veline o i calciatori, o a fare il semplice consumatore di tutto quello che gli propone la televisione, digitale terrestre o satellite.

new media del mondo arabo in crescita

Ormai oltre il 60% delle persone osserva quello che accade nel mondo utilizzando Internet, piuttosto che la tv o i giornali. L'industria dei New media sta crescendo molto più rapidamente dello sviluppo economico.
Nei paesi del mondo arabo, tra l'altro con una popolazione molto giovane, lo sviluppo dei contenuti è quasi tutto internazionale, e il contenuto locale è poco, per carenza di strutture, know-how e talenti.
Dubai Media City, una sorta di Mediaset araba, è cresciuta molto ed è diventata il media hub più importante per il mondo arabo.
La Giordania è la Silicon Valley dei paesi arabi, e sta investendo molto nel settore new media e nuove tecnologie. I new media hanno spinto i vecchi media a trovare un nuovo modo per interagire con gli utenti e quindi a riposizionarsi, ma non a sparire del tutto. Vedi l'esempio radio, che dopo l'avvento della televisione si pensava sparisse del tutto, invece oggi è ancora presente e in buona forma.
L'innovazione sistematica consiste in un processo per cercare di riutilizzare l'innovazione di altri con nuove soluzioni e idee per fare nuovi modelli di business, e soprattutto in periodi di crisi, è molto importante non restare immobili ma sviluppare nuovi concetti e opportunità per il mercato nazionale e internazionale.
Per un business di successo ci vogliono opportunità globali. Il mondo, sta diventando un villaggio globale, grazie alla tecnologia della comunicazione, e dobbiamo essere capaci a capire questa evoluzione e trovare i giusti riposizionamenti per i vecchi media e le soluzioni ormai superate. Bisogna avere anche il coraggio di sbagliare, perchè si impara e cresce anche dai propri errori.
Sono stati segnalati due progetti importanti fatti dal mondo arabo:
  • Ketab Technologies (una società che ha sviluppato sistemi interattivi di collaborazione intelligente e utilizzati anche da Google)
  • KindiSoft (altra azienda di successo che ha sviluppato un software per proteggere i files swf dalla decompilazione e tra i suoi clienti ci sono molte aziende internazionali)
Nel pomeriggio ho finalmente avuto il mio primo incontro internazionale con il mondo Arabo, insieme alla mia amica Maria Moreni dell'associazione Physeon e ho potuto capire meglio le grandi possibilità di collaborazione tra il nostro paese e le loro realtà. Mi ha impressionato l'attenzione, disponibilità, semplicità e cordialità di queste persone. Dialogare con un CEO di aziende così grandi e importanti non è cosa di tutti i giorni, ma con loro è stato piacevole e vedremo gli sviluppi nel futuro.
Certo che noi italiani dobbiamo cambiare, e aprire la nostra mente alle opportunità del mondo globale e anche il mondo arabo ci può aiutare, per una crescita fatta insieme a tutti.

Articoli correlati:
Media arabi la nuova >
La news con video su AdnKronos >

Nessun commento:

SEGUIMI ANCHE IN SUNET FACEBOOK